Stampa

Per l'ambiente

La plastica al meglio: il PET.

Nel corso degli ultimi 15 anni, il consumo di acqua minerale in PET è sensibilmente aumentato raggiungendo circa il 70/75% dell’intera produzione. Ciò per effetto della domanda proveniente dal consumatore, che trova questo contenitore estremamente pratico e comodo da utilizzare.

Da molti anni l’unica plastica utilizzata è il PET, sicuro, affidabile, con possibilità di raggiungere trasparenze e formati che incontrano il gusto e i bisogni dei consumatori.
Il PET (polietilenetereftalato) è un polimero che - oltre alle doti di sicurezza, resistenza, trasparenza e maneggevolezza – offre un vantaggio in più per la difesa dell’ambiente: è una plastica che si ricicla, dando vita ad una plastica in tutto simile a quella originaria. Nelle confezioni di acque minerali, anche il “film industriale” (“termoretraibile”) che racchiude il fardello con le bottiglie, è riciclabile.

In Italia esiste un sistema di raccolta, selezione e riciclaggio dei materiali di imballaggio tra cui la plastica istituito con il Decreto Legislativo Ronchi. I produttori ed utilizzatori di imballaggi aderiscono al CONAI e versano un contributo ambientale per ciascun imballaggio utilizzato ed immesso sul territorio nazionale.

Vengono  immesse in commercio circa 2.200.000 tonnellate di imballaggi in plastica all’anno. Di questi, 400.000 tonnellate rappresentano il consumo di contenitori in PET e 250.000 quelle relative ai contenitori in PET dell’acqua minerale. Il sistema Conai-Corepla  riesce a riciclare circa 170.000 tonnellate, di cui 100.000 provenienti dall'acqua minerale.

Arriva il PET riciclato.

In Europa, in attesa che l’Unione Europea armonizzi le varie legislazioni, in molti Paesi è consentito l’utilizzo nell’imballaggio dell’acqua minerale di PET riciclato (ultimamente anche in Spagna).

Anche in Italia dal 5 agosto 2010, data di entrata in vigore del Decreto 18 maggio 2010 n.113, è possibile utilizzare contenitori fabbricati con percentuali di PET riciclato da destinare all’imbottigliamento dell’acqua minerale.

Operazione Light Weighting.

Le industrie italiane dell’acqua minerale ricercano i metodi e le tecnologie più efficaci per ridurre l’impatto sull’ambiente e mantenere allo stesso tempo elevati standard di qualità produttiva.

A partire dalla bottiglia, il più importante degli imballaggi utilizzati nel settore. Il contenitore in PET garantisce infatti stabilità, resistenza e impermeabilità. Lo sforzo nel quale molte aziende sono impegnate consiste nel ridurre il peso della bottiglia, utilizzando quindi meno plastica ma conservando le caratteristiche indispensabili di funzionalità e protezione.

Light Weitghting (‘alleggerimento del peso’) è un processo complesso che si sviluppa nelle diverse fasi della filiera e che riguarda tutti gli imballaggi - primari, secondari e terziari – utilizzati per il confezionamento e la distribuzione.


Un treno per l’acqua minerale.

Il trasporto delle merci su gomma, come è noto, contribuisce all’inquinamento ambientale, aumentando la quota di anidride carbonica immessa nell’ambiente.

L’ industria dell’acqua minerale, consapevole del problema, nel corso degli ultimi anni ha sensibilmente aumentato il ricorso al trasporto ferroviario, riducendo conseguentemente quello su gomma, attraverso investimenti sostenuti dalle marche nazionali.

Contro una media nazionale del ricorso al trasporto ferroviario per le merci di circa il 6%, l’acqua minerale raggiunge il 15% (dati Trenitalia) attraverso massicci investimenti per l’organizzazione del trasporto dallo stabilimento alla prima stazione ferroviaria utile e per la realizzazione di grandi siti di stoccaggio e smistamento del prodotto nei punti di arrivo.